AZIENDA AGRICOLA

Slide

STORIA

L’Azienda Agricola Fortunato nasce all’inizio degli anni ’80, quando Giorgio Fortunato scoprì le colline empolesi, innamorandosi di questa zona della Toscana: tra borghi antichi, dolci colline, vigneti e oliveti incastonati a poca distanza tra Firenze e Pisa. Giorgio, milanese DOC, era una persona eclettica, intraprendente e dal carattere ribelle. Negli anni ’60 nel pieno della Dolce Vita, dopo alcune esperienze lavorative, poco più che trentenne, decide di lanciarsi in un settore completamente nuovo: l’informatica. Iniziò così a importare in Italia i primi calcolatori e offrendo assistenza al settore bancario, attraverso l’attività di elaborazione dati, ottenne quel successo che gli consentì di dedicarsi alle sue due passioni più grandi: la nautica e l’agricoltura.

Fu proprio tra una traversata e l’altra tra Sardegna, Corsica e il litorale toscano, a bordo del suo Forget Me Not, yacht rivestito con pregiati strati di mogano, costruito dagli storici cantieri Picchiotti di Viareggio, che Giorgio ebbe l’occasione di scoprire Cerreto Guidi e le sue colline. Invitato a casa di amici, in quella che ancora oggi è la sede e residenza principale dell’azienda, decise che non avrebbe più abbandonato quelle terre. Da allora l’Azienda Agricola Fortunato ha continuato a crescere, fino ad arrivare alla realtà unica di oggi: cascinali, vigneti, uliveti, cipressi e boschi che si estendono per 100 ettari sulla collina di Cerreto Guidi, dominando la valle dell’Arno, con vista sulle Torri di San Miniato e su Fucecchio e le sue paludi.

L’oliveto, con le sue 4000 piante, dalle quali nasce l’Olio IGP Toscano Dei Fortunato, si caratterizza per la grande unicità del suo suolo. Camminando tra i filari di ulivo infatti si nota subito l’abbondanza di fossili che emergono dal terreno argilloso. Ostriche, ricci di mare, molluschi, conchiglie di ogni forma e dimensione, a testimoniare come nel Mesozoico, 200 milioni di anni fa, questa zona fosse una distesa marina. Reperti e testimonianze che rendono ancora più unica l’azienda e i suoi prodotti. L’Azienda Agricola Fortunato è oggi portata avanti con grande impegno da Luisa, moglie di Giorgio, che da sempre l’ha accompagnato nelle sue avventure di mare e di terra, e dai suoi nipoti, mantenendo così viva e intatta la passione e l’amore per una terra unica.

L’oliveto, con le sue 4000 piante, dalle quali nasce l’Olio IGP Toscano dei Fortunato, si caratterizza per la grande unicità del suo suolo.

SCHEDA TECNICA

OLIVE: Frantoio, Moraiolo e Leccino.
METODO DI RACCOLTA: Brucatura manuale.
SISTEMA DI LAVORAZIONE: Spremitura a freddo.
ASPETTO: Limpido e brillante.
COLORE: Verde intenso con note giallo-dorate.
PROFUMO: All’olfatto si apre deciso e ampio. Con chiare note erbacee e ricchi sentori di carciofo.
SAPORE: Armonico ed elegante, in bocca è avvolgente con richiami di frutta e di erbe officinali a cui si aggiungono note spezziate di pepe nero. Leggero amaro e piccante espressi ed equilibrati.

MARCHIO AZIENDALE

La rosa dei venti, rappresenta il marchio aziendale, unendo le due passioni di Giorgio: il mare da navigare interpretandone onde e venti, i crinali di Cerreto Guidi su cui soffiano brezze marine, impetuosi correnti del nord, calde folate del sud.